Amministrare il condominio,Codice,condominio,Merito,Vivere il condominio

FURTO IN CONDOMINIO – Ultima Parte

venerdì 21 luglio , 2017

parti comuni

La responsabilità dell’impresa appaltatrice

L’impresa appaltatrice per non essere gravata dalla responsabilità del fatto, avrà l’onere di provare che ha  adottato tutte le misure di cautela necessarie ad evitare che le impalcature, applicate all’edificio, diventassero un agevole accesso ai piani per i ladri, e quindi non potevano agevolare l’esecuzione dei furti.

Inoltre deve provare che i ladri non si siano serviti dei ponteggi per entrare nell’appartamento del condomino vittima del furto.

La responsabilità oggettiva del condominio

Il condominio può essere chiamato a rispondere del danno subito dal condomino, sulla base di un duplice titolo di responsabilità, innanzitutto in qualità di custode del fabbricato come previsto ai sensi dell’articolo 2051 codice civile.

Inoltre in base alla “culpa in vigilando od in eligendo”, nel caso in cui abbia omesso di sorvegliare l’operato dell’impresa appaltatrice, oppure ne abbia scelta una manifestamente inadeguata per l’esecuzione dell’opera, oppure quando risulti che l’impresa sia stata una semplice esecutrice degli ordini del committente ed abbia agito quale “nudus minister” attuandone specifiche direttive.

La responsabilità, in tal caso è di tipo oggettivo, e l’onere probatorio a carico del condominio risulta in tal caso più gravoso.

L’onere della prova del condomino

Il condomino, dovrà limitarsi a dare prova del fatto e del danno subito, mentre il condominio si libererà solo fornendo prova del caso fortuito, inteso in senso generico e comprensivo, quindi, del fatto del terzo e della colpa esclusiva del danneggiato.

Il condomino per provare il suo diritto al risarcimento dei danni conseguenti al furto subito, è sufficiente la dimostrazione dell’ingresso dei ladri nell’appartamento tramite i ponteggi, la presenza dei ponteggi e l’assenza di norme di cautela, e si considerano irrilevanti eventuali comportamenti colposi posti in essere condomini che hanno subito il furto (per esempio: aver lasciato aperte le finestre, aver lasciato incustoditi i beni di valore sottratti, ecc…).

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento