Assemblea condominiale,Regole e adempimenti

Sbattere i tappeti in condominio

martedì 5 settembre , 2017

sbattere tappeti in condominio

Come ci si può tutelare?

In condominio, non è raro che il proprietario di un appartamento al piano terra, possa lamentare che i condomini dei piani superiori scrollino dalla finestra tappeti e tovaglie.

Ma come ci si può tutelare da questi comportamenti?

La disciplina contenuta nei regolamenti di condominio

Normalmente, l’uso dei beni comuni, e quelle in materia di decoro dell’edificio sono disciplinati nel regolamento di condominio, che ai sensi dell’articolo 1138 codice civile, è obbligatorio se il numero dei condomini è superiore a dieci unità, ciò non esclude che se i condomini sono in numero inferiore, gli stessi possano adottare comunque un apposito regolamento.

La previsione dell’articolo 1138 codice civile

L’articolo 1138 codice civile, al secondo comma, stabilisce che ciascun condomino può prendere l’iniziativa per la formazione del regolamento di condominio o per la revisione di quello eventualmente già esistente.

Nel regolamento di condominio, possono essere contenute delle norme che prevedano appositi orari in cui risultano “consentite” tali operazioni, come generalmente avviene nella maggior parte dei condomini.

Al contrario, il regolamento può prevedere anche il divieto assoluto di effettuare dette operazioni.

La giurisprudenza però in tal caso, prevedere che il divieto assoluto di tali attività, priverebbero il singolo condomino della possibilità di un intervento senza dubbio necessario e che non può essere espletato all’interno della propria unità immobiliare, sarà dunque necessaria una delibera presa all’unanimità.

Concludendo

Per concludere, è necessario sottolineare che, nell’ipotesi in cui il regolamento condominiale preveda esplicitamente un orario prefissato, per l’espletazione delle attività in contestazione, le stesse risultano legittime e non possono essere vietate e/o contestate dal singolo condomino.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento