condominio

Reati commessi dall’amministratore – Prima Parte

lunedì 13 novembre , 2017

reati amministratore

Le sanzioni previste dall’articolo 646 codice penale

Nel caso in cui l’amministratore di condominio, si appropria del denaro dei condomini, del quale abbia a qualsiasi titolo, il possesso, viene sanzionato con la reclusione fino a tre anni e con la multa fino a euro 1.032,00.

Si ha la consumazione del reato di appropriazione indebita, nel momento in cui l’amministratore, che ha il possesso del denaro di proprietà dei condomini, in base all’incarico ottenuto, e si comporta con la volontà espressa o implicita come se lo stesso fosse proprio.

Ciò si verifica anche nel momento in cui, per coprire le perdite di altri condomini dallo stesso gestiti, trasferisce i fondi di proprietà di un condominio ad un altro.

Tale massima è stata sancita dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 31322 del 2017.

La fattispecie oggetto del giudizio della Cassazione

La fattispecie riguardava un amministratore considerato responsabile, sia in primo che in appello, del reato di cui all’articolo 646 codice penale di appropriazione indebita.

Lo stesso presentò ricorso in Cassazione per violazione, del combinato disposto degli articoli 8 codice di procedura penale e 646 codice penale, oltre al vizio di motivazione.

La Cassazione sostenne l’inammissibilità del ricorso e condannava il ricorrente al pagamento delle spese processuali oltre alla rifusione delle spese sostenute dalle costituite parti civili.

La Corte di Cassazione condivise, i principi delle sezioni civili in tema di amministratore, sottolineando che il rapporto che si instaura tra condomini e amministratore, è equiparabile al contratto di mandato, in base al  quale, l’amministratore, di assumere l’onere di compiere atti giuridici nell’interesse dei condomini.

Il ruolo dell’amministratore

In base a detta funzione, l’amministratore riceve somme di denaro, provenienti dal versamento delle quote condominiali da parte di ciascun condominio, così da provvedere all’esecuzione di specifici pagamenti o da versare nella cassa condominiale per provvedere alle spese di gestione del fabbricato, in conformità ai bilanci approvati dall’assemblea.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento