Imposte e tasse,News

Tassa sui rifiuti: l’IVA non è dovuta – I Comuni dovranno rimborsare l’imposta non dovuta

martedì 10 Aprile , 2012

Ma si paga o no l’IVA sulla TIA (Tariffa igiene ambientale) in pratica la tassa sui rifiuti? Dopo vari pronunciamenti e addirittura una Circolare del Dipartimento della politiche fiscali (circolare n. 3/2010) la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 3756 depositata venerdì 9 marzo 2012, ha affermato che la Tia è un tributo e quindi non è soggetta ad Iva. Questa sentenza mette ordine alle cose e chiude, una volta per tutte, la questione relativa all’applicazione dell’Iva sulla tariffa rifiuti in relazione all’art. 49, D. Lgs. n. 22/1997 (Tia1) e potrebbe dare nuovo impulso alle istanze di rimborso dell’Iva assolta sulla tariffa da parte dei contribuenti.

A creare speranza sulla inapplicabilità dell’IVA alla TIA vi era stata la sentenza 238 del 2009 con la quale Corte Costituzionale aveva riconosciuto la natura tributaria della Tia e quindi negava l’assoggettabilità all’ Iva. Ma con la circolare del dipartimento delle Finanze, sopra citata, si stabiliva che: ” la Tia ha natura non tributaria e come tale deve essere assoggettata all’Iva”. Su questo pronunciamento si sono ribellate le associazioni dei consumatori chiedendo al Governo “di prendere una decisione definitiva, in linea con la sentenza della Corte Costituzionale, e di riconoscere ai contribuenti il diritto al rimborso dell’Iva pagata negli anni passati”. Il Governo purtroppo non ha fatto nulla ma è intervenuta la sentenza di qualche giorno fa (9 marzo) che ha finalmente fatto chiarezza in merito. Ora è spianata la strada per i relativi rimborsi.

   , ,

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento