Amministrativi,Responsabilità dei condomini

Multa al condominio per la raccolta differenziata

mercoledì 19 Febbraio , 2014

Domanda del Lettore: Abito in un comune dell’hinterland milanese in un condominio composto da sei palazzine ciascuna di trenta appartamenti. Dal mese di Settembre i Vigili Urbani del nostro Comune hanno infittito i controlli ai contenitori della raccolta differenziata dei rifiuti presenti nel nostro condominio.
Scontato che ad ogni verifica la multa è sempre assicurata!
E’ inverosimile pensare che tra la raccolta giornaliera dei rifiuti di 180 famiglie non possa esserci un elemento passibile di sanzione.
Chiedo se sia giusto che tutti i condomini in massima parte incolpevoli continuino a pagare queste multe ripartite in quote millesimali.

Risposta del lettore: Il DLGS. n. 152 del 3 aprile 2006 (Norme in materia ambientale) detta le disposizioni principali in materia di raccolta differenziata, e demanda ai singoli regolamenti comunali la gestione dei rifiuti. Siamo di fronte ad un notevole passo avanti per il raggiungimento dello smaltimento sostenibile della raccolta dei rifiuti, ma comporta una serie di problemi, organizzativi e pratici, specialmente nei condomini. In quanto esiste una difficoltà oggettiva nel poter individuare in maniera precisa l’autore della violazione delle norme in materia di raccolta differenziata dei rifiuti, data la pluralità dei condomini. Di conseguenza, fermo restando che sarebbe necessario conoscere il regolamento comunale in materia, il competente organo comunale emette la multa a carico del condominio, che viene ritenuto responsabile verso il Comune, per il pagamento della sanzione. L’amministratore altro non potrà fare che includere la multa nel bilancio e, dovrà ripartirla tra tutti i condomini in base alla quota millesimale di ciascuno.

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento