Il condominio vicino fuma, normale tollerabilità

Può capitare in condominio, di avere un vicino che fumi sul proprio terrazzo, ma che il fumo di sigaretta, arrivi fino al proprio appartamento, con l’obbligo di chiudere le finestre; come ci si può tutelare?

La norma del codice civile di riferimento, è quella relativa al divieto di immissioni di fumo o calore che superino la normale tollerabilità; si tratta di una previsione generica, che va valutata caso per caso dal giudice, in base alle caratteristiche della fattispecie.

Se il fumo di sigaretta, induce al vicino un fastidio intollerabile, quest’ultimo può ricorrere al giudice, il quale normalmente si rivolge ad un consulente tecnico, perché verifichi se, effettivamente, l’immissione è così insopportabile.

Valutazione caso per caso, in base alle specifiche condizioni

E’ evidente che per quanto fastidioso, il fumo di sigaretta, non sia tale da generare una grave turbativa, che possa giustificare il ricorso al giudice; sempre che non si dimostri, con dei certificati medici, di avere particolari patologie alle vie respiratorie.

In tal caso, si potrà presentare ricorso al Giudice di Pace, perché impedisca al vicino di casa, la condotta, e disponga la sua condanna a un congruo risarcimento del danno morale.

Il regolamento condominiale

Ci si chiede se il regolamento di condominio, possa vietare ai condomini di fumare nella proprietà individuale, non potendo il godimento di quest’ultima essere compresso se non con approvazione dello stesso proprietario.

Se a fumare sono una pluralità di persone, come nel caso in cui il proprietario del primo piano sia costretto a subire il fumo passivo dei frequentatori del bar posto al piano terra.

La Corte di Cassazione, ha accolto la domanda della famiglia di un inquilino, al quale è stato riconosciuto il risarcimento del danno, causato delle immissioni moleste di fumo di sigarette.

In questo caso non ci sarebbe bisogno neanche di documentare problemi respiratori: l’ingente propagazione di fumo da sigaretta è, infatti, un danno in sé per sé risarcibile.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento