I rapporti tra il conduttore e il proprietario per le spese

L’articolo 1123 al primo comma, prevede il principio base di riferimento, per la ripartizione delle spese in condominio (“le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell’edificio, per la prestazione dei servizi nell’interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione”).

Nei rapporti con la compagine deve pagare sempre il proprietario, ma quando c’è anche la figura del conduttore dell’unità immobiliare è necessario fare delle precisazioni: quest’ultimo deve corrispondere al proprietario alcune spese condominiali.

L’orientamento della Cassazione

Importante è l’orientamento ormai consolidato della Cassazione (sentenze n. 4606 del 1988 e n. 5160 del 1989): “ la disciplina dei rapporti tra il locatore ed il conduttore, senza innovare in ordine alla normativa generale sul condominio negli edifici, prevede che l’amministratore ha diritto – ai sensi del combinato disposto degli artt. 1123 cod. proc. civ. e 63 disp. att. stesso codice – di riscuotere i contributi e le spese per la manutenzione delle cose comuni ed i servizi nell’interesse comune direttamente ed esclusivamente da ciascun condomino, restando esclusa una azione diretta nei confronti dei conduttori delle singole unità immobiliari

Le spese per la disinfestazione nello specifico

Per quanto riguarda le spese per eventuale deblattizzazione e derattizzazione, interventi finalizzati a garantire l’assenza di topi e scarafaggi; i primi due commi dell’articolo 9 della legge n. 392 del 1978, prevede che: “ Sono interamente a carico del conduttore, salvo patto contrario, le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all’ordinaria manutenzione dell’ascensore, alla fornitura dell’acqua, dell’energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento dell’aria, allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonché alla fornitura di altri servizi comuni.”

In questa situazione le spese di disinfestazione , sono a carico del conduttore che usufruisce direttamente del servizio, che ha lo scopo di migliore la vivibilità degli spazi comuni e delle porzioni di piano di proprietà esclusiva.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento