Amministratori di condominio,Assemblea condominiale

Associazioni di categoria degli amministratori di condominio

venerdì 25 Agosto , 2017

Garanzia degli standard qualitativi del servizio

A volte viene sottovalutato dagli amministratori di condominio, l’importanza di essere iscritti ad un’associazione di categoria che li rappresenti, e molti condomini non pensano all’opportunità di disporre l’iscrizione come condizione insindacabile per acquisire la gestione di un condominio.

Con la Legge n. 4 del 2013, il Legislatore ha apportato una serie di novità alla regolamentazione dell’attività libero professionale dell’amministratore.

La Legge n. 4 del 2013 sull’esercizio delle professioni non organizzate

Quando l’attività di amministratore di condominio viene svolta da chi non è condomino, diventa una professione non organizzata secondo ordini o collegi (comma 2 dell’articolo 1° della Legge n°4 del 2013).

Alcune associazioni di categoria degli amministratori, sono state annoverate nell’elenco redatto dal Ministero dello Sviluppo, ai sensi dell’articolo 2 comma 7, della Legge 4 del 2013.

Infatti l’articolo 2° comma 2°, detta la disciplina delle associazioni professionali tra professionisti non organizzati, che perseguono l’obbiettivo ”di valorizzare le competenze degli associati e garantire il rispetto delle regole deontologiche, agevolando la scelta e la tutela degli utenti nel rispetto delle regole sulla concorrenza”.

Il comma successivo inoltre dice: “Le associazioni professionali promuovono, anche attraverso specifiche iniziative, la formazione permanente dei propri iscritti”.

La formazione dei professionisti non iscritti ad Albi spetta alle Associazioni professionali, sia per quanto riguarda la formazione iniziale che quella periodica del professionista, e si occupano anche della valorizzazione delle competenze degli associati.

Le competenze professionali degli iscritti

L’articolo 7, della suddetta norma, prevede inoltre la verificare delle competenze professionali dei propri iscritti, da parte del proprio rappresentante legale, rilasciando attestazione che certifica: i requisiti necessari alla partecipazione all’associazione; gli standard qualitativi e di qualificazione professionale che gli iscritti sono tenuti a rispettare nell’esercizio dell’attività per mantenere l’iscrizione; le garanzie fornite dall’associazione all’utente, tra cui l’attivazione dello sportello del cittadino consumatore; l’eventuale possesso della polizza assicurativa per la responsabilità professionale stipulata dal professionista.

Le attestazioni, non sono requisito necessario per l’esercizio della professione, certificano però che il professionista iscritto, sia in termini di formazione sia in termini di standard qualitativi.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento