Parti comuni

Di chi sono le tubature in condominio ? – Ultima Parte

martedì 20 febbraio , 2018

La braga è del singolo condomino

La Corte di Cassazione, nella predetta sentenza, premette che “a norma dell’articolo 1117, n. 3 codice civile (nella precedente formulazione applicabile ratione temporis alla fattispecie che ci occupa, ma il principio non è stato modificato), si presumono comuni i canali di scarico solo “fino al punto di diramazione” degli impianti ai locali di proprietà esclusiva”.

La puntualizzazione della Cassazione

La Suprema Corte poi continua sottolineando che: “partendo dal chiaro tenore del testo normativo, la prevalente giurisprudenza di questa Corte, ha escluso dalla proprietà condominiale la c.d. braga (cioè l’elemento di raccordo tra la tubatura orizzontale di pertinenza del singolo appartamento e la tubatura verticale di pertinenza condominiale). Si è altresì osservato che, mentre la proprietà comune condominiale è tale perché serve all’uso (e al godimento) di tutti i partecipanti, la braga invece, serve soltanto convogliare gli scarichi di pertinenza del singolo appartamento a differenza della colonna verticale, che raccogliendo gli scarichi di tutti gli appartamenti, serve all’uso di tutti i condomini”.

L’orientamento consolidato della giurisprudenza

La Corte conferma dunque un orientamento ormai consolidato, che parte da una corretta lettura del dato normativo, che individua con esattezza il limite di estensione delle condotte, che costituiscono la presunzione di condominialità e lo individua “fino al punto di diramazione“.
Inoltre riflette sul concetto di proprietà condominiale, che si fonda sull’idoneità all’uso (e al godimento) da parte di tutti i partecipanti; la braga invece, serve soltanto a convogliare gli scarichi di pertinenza del singolo appartamento.
Ciò la distingue dalla colonna verticale, che raccogliendo gli scarichi di tutti gli appartamenti, che serve all’uso di tutti i condomini.
Pertanto, accoglie il ricorso e cassa la sentenza impugnata con rinvio, anche per le spese, ad altra sezione della Corte d’Appello di Roma.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento