condominio

Cosa succede se un condomino fallisce? – Prima Parte

sabato 24 febbraio , 2018

Come ci si può difendere dal fallimento di un condomino

Il condominio, non essendo soggetto dotato di personalità giuridica, non può essere soggetto a fallimento.

Può fallire invece uno o più condomini, ciò comporta per l’amministratore, che si dovrà rapportare, non più con il condomino fallito, ma con il curatore del fallimento, e quindi sarà necessaria l’individuazione della procedura da seguire per recuperare le spese condominiali rimaste insolute.

Le spese anteriori al fallimento

Il fallimento di un condomino, può dipendere da una situazione di morosità grave, e per recuperare le spese, nei trenta giorni anteriori alla prima udienza fissata per l’esame dello stato passivo, avanti al giudice fallimentare, l’amministratore, dovrà presentare domanda di insinuazione al passivo; che può essere presentata anche personalmente dallo stesso, senza rivolgersi ad un avvocato.

La domanda può essere presentata anche in via telematica “o con altri mezzi di trasmissione purché sia possibile fornire la prova della ricezione” ai sensi dell’articolo 93 della legge fallimentare, andranno allegati tutti i documenti comprovanti il credito.

La domanda deve contenere alcune indicazioni, quali:

  • la procedura
  • le generalità (nel caso di condominio il codice fiscale dello stabile) del creditore che propone l’ammissione del credito,
  • la somma, distinguendo tra spese straordinarie e spese ordinarie; le prime vengono ammesse in via privilegiata, mentre le seconde saranno considerate quali semplici crediti chirografari, con possibilità di soddisfacimento per il condominio inferiori.

Se il condominio non viene informato del fallimento di un condomino, nei termini previsti, potrà essere proposta domanda tardiva, ma bisognerà farsi assistere da un avvocato, non essendo possibile per la parte provvedervi personalmente.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento