Tabelle millesimali

Tabelle millesimali: istruzioni per l’uso – Prima Parte

sabato 10 Marzo , 2018

Cosa sono le tabelle millesimali?

Le c.d. tabelle millesimali in condominio, servono a determinare il valore delle singole unità immobiliari, in relazione al valore complessivo dello stabile (che viene di norma identificato in mille).

Il valore proporzionale di ciascuna unità immobiliare, deve essere espresso in millesimi (art. 68 disp. att. c.c.), e sarà stabilito in riferimento a particolari coefficienti e parametri riguardanti la metratura (superficie, volume, ecc.) e il posizionamento dell’unità immobiliare (piano, esposizione, ecc.).

Nella determinazione di detti tali valori non si terrà conto del canone locatizio, dei miglioramenti e dello stato di manutenzione di ciascuna unità immobiliare.

La tabella millesimale viene allegata al regolamento condominiale, se previsto, oppure potrà essere redatta indipendentemente dalla presenza di un regolamento.

La funzione dei millesimi

La determinazione dei millesimi è molto importante, infatti incide sulle maggioranze necessarie per la regolare costituzione dell’assemblea condominiale, sui quorum richiesti per l’adozione delle delibere assembleari, nonché sulle decisioni riguardanti le parti comuni e la ripartizione delle spese.

Il codice civile, all’articolo 1118, prevede che il diritto di ciascun condomino sulle parti comuni, salvo che il titolo non disponga diversamente, è proporzionale al valore dell’unità immobiliare che gli appartiene.

Inoltre, l’articolo 1123, aggiunge che le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell’edificio, per la prestazione dei servizi nell’interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza saranno sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione.

Le categorie di tabelle millesimali

Esistono diverse tipologie di tabelle millesimali, a seconda delle modalità di redazione; vi sono quelle contrattuali, inserite nei singoli atti di vendita, e approvate dall’acquirente assieme al regolamento contrattuale. Vi sono poi quelle assembleari, che vengono approvate dopo la costruzione, da parte di tutti i condomini.

Infine esistono le tabelle millesimali giudiziali, determinate dal giudice, a seguito di perizia in corso di causa, fatta salva la possibilità, dei condomini, di rivolgersi al giudice civile competente per ottenere la formazione ex novo delle tabelle millesimali (oltre che la revisione di quelle già formate).

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento