Regolamento

Modifiche al regolamento condominiale

mercoledì 21 marzo , 2018

Cos’è il regolamento condominiale?

Le modalità di utilizzo delle cosa comune, sono disciplinate  dal regolamento di condominio, lo stesso vale per la suddivisione delle spese e per tutti quegli aspetti che devono essere debitamente disciplinati, per escludere eventuali controversie tra condomini.

Talvolta le esigenze dei condomini variano nel corso del tempo, e si verifica la necessità di rivedere il regolamento, per apportare le modifiche adeguate.

Le caratteristiche del regolamento e la sua natura

In merito alla natura del regolamento condominiale, la Corte di Cassazione con giurisprudenza ormai consolidata, e in particolare con la sentenza n. 17694 del 14 agosto 2007, ha fatto un’importante precisazione: il regolamento condominiale ha natura contrattuale, di conseguenza può essere modificato solo all’unanimità, e solo in due ipotesi: quando il contenuto dello stesso limita i diritti dei condomini sulle loro proprietà esclusive o comuni, e quando è composto da clausole, in forza delle quali alcuni condomini hanno maggiori diritti rispetto agli altri.

Il regolamento di condominio ordinario

Se però, il regolamento di condominio, disciplina esclusivamente le modalità d’uso dei beni comuni, non ha natura contrattuale, e per eventuali modifiche sarà sufficiente la maggioranza, in particolare quella di cui all’articolo 1136 del codice civile.

Infatti, quando il regolamento detta norme che disciplinano solo l’uso e il godimento delle cose comuni, la ripartizione delle relative spese e la tutela del decoro dell’edificio, e dunque regola esclusivamente un aspetto dell’organizzazione interna condominiale, non necessità dell’unanimità, e viene definito regolamento c.d. ordinario.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento