Spese condominiali

Chi paga le spese del citofono in condominio?

domenica 25 marzo , 2018

In caso di rotture all’impianto citofonico, la distribuzione delle spese va effettuata sulla base di quanto indicato nel regolamento condominiale, tra tutti condomini sulla base dei millesimi di proprietà di ciascuno, salvo che i condomini non abbiano deciso diversamente.

Bisogna precisare che possono verificarsi casi in cui il citofono non possa essere considerato un bene comune, infatti, all’interno di un condominio ogni abitante ha la propria pulsantiera collegata direttamente ed esclusivamente con l’unità immobiliare di riferimento.

L’impianto, in questa ipotesi, ha un uso e una proprietà individuale, di conseguenza ognuno provvederà a proprie spese alle eventuali riparazioni o sostituzioni.

La responsabilità del singolo condomino

Se il danno del citofono, è stato cagionato dal singolo condomino, quest’ultimo, dovrà sopportare personalmente le spese di riparazione; se non si individua il responsabile, il danno verrà considerato un caso fortuito, e la spesa dovrà essere ripartita tra tutti i condomini, intesi come proprietari dei singoli appartamenti dello stabile.

L’affittuario, sosterrà le spese solo per le piccole riparazioni, derivanti dal deterioramento dovuto all’uso del citofono, oltre che quelle causate dalla sua negligenza.

Distinzione tra riparazione e sostituzione del citofono

E’ inoltre opportuno distinguere tra la riparazione e la sostituzione del citofono. Quest’ultimo è un intervento di miglioramento dell’impianto, non addebitabile al conduttore; le parti possono mettersi d’accordo per il concorso della spesa, ma nessuna norma consente al proprietario di imporre all’inquilino il pagamento parziale o totale del rifacimento dell’impianto citofonico.

Concludendo

Se il danno è causato da un singolo condomino e se ne rintraccia il responsabile, questo sarà chiamato personalmente a pagare le spese per la riparazione; altrimenti, tutti i proprietari delle unità immobiliari dovranno sostenere la spesa sulla base dei millesimi di proprietà.

Se si tratta di un appartamento in affitto, le spese per la sostituzione spetteranno sicuramente al proprietario, invece le spese per la riparazione dell’impianto citofonico, saranno attribuite al conduttore, solo se il guasto derivi dall’uso che questi ne abbia fatto.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento