evidenza

Condomini intelligenti entro il 2050

venerdì 11 maggio , 2018

Direttiva 2010/131/UE

Il Parlamento Europeo, qualche giorno fa ha approvato definitivamente, la revisione della direttiva 2010/131/UE, in tema di prestazione energetica nell’edilizia.

La normativa obbliga gli Stati membri dell’Unione, a formulare strategie nazionali per sostenere la ristrutturazione di edifici pubblici e privati, così da diminuire le emissioni nell’UE dell’80-85% rispetto ai livelli degli anni ‘90.

L’Europa, ha fatto riferimento a tre elementi di intervento: innanzitutto il sostegno dello sviluppo delle infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici; miglioramento della prestazione energetica di edifici nuovi e non; ristrutturazione degli immobili e indicatori d’intelligenza.

Le novità della normativa europea in ambito di edilizia

Il settore edilizio è quello che consuma di più in tema di energia in Europa, circa il 40% del totale complessivo; il 75% (3 su 4) degli edifici europei, rientrano nella categoria dei non efficienti da un punto di vista energetico, e l’industria edilizia genera circa il 9% del PIL europeo, dando lavoro a 18 milioni di persone.

Il contenuto della direttiva

La direttiva europea, impone obblighi di mobilità elettrica per gli edifici di nuova costruzione e per quelli in ristrutturazione, caratterizzati dall’installazione di un punto di ricarica per veicoli elettrici dove devono essere predisposti oltre dieci posti auto.

Saranno necessarie poi infrastrutture di cablaggio per la ricarica nei nuovi edifici residenziali e quelli che hanno subito importanti ristrutturazioni.

La direttiva ha dunque un occhio di riguardo per gli “strumenti intelligenti”, finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica; introducendo un “indicatore d’intelligenza” per misurare la capacità degli edifici di migliorare l’operatività e l’interazione con la rete, adattando il consumo energetico alle esigenze reali degli abitanti.

Gli edifici di nuova costruzione, e anche quelli già esistenti saranno oggetto di sostituzione di impianti termici, e dovranno essere dotati di dispositivi automatizzati per regolare i livelli di temperatura.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento