Parcheggi

Quante auto è possibile mettere nel parcheggio condominiale?

lunedì 2 luglio , 2018

Il regolamento di condominio può porre dei limiti

La Corte di Cassazione ha affermato di recente che il regolamento, può contenere disposizioni che limitano il parcheggio ad una sola auto, indipendentemente dai millesimi di proprietà di ciascun proprietario.

Il codice civile prevede che ciascun condomino può utilizzare gli spazi comuni, senza però alterarne la destinazione, e senza impedire agli altri di farne lo stesso uso.

Inoltre la Cassazione dice che il regolamento può dettare regole per un uso più razionale della cosa comune e una migliore prestazione dei servizi condominiali con conseguente vantaggio per tutti i condomini.

La ripartizione delle spese

Si tratta nello specifico, di norme sull’utilizzo della cosa comune, che non fanno riferimento ad una corrispondenza con i millesimi di proprietà: ciascun condomino può parcheggiare una sola auto nel cortile, male spese condominiali sono poi suddivise in base ai millesimi.

Ad esempio se ci sono due condomini, l’uno proprietario di un appartamento di 50 mq e l’altro di un appartamento di 100 mq, che possano parcheggiare una sola auto nel cortile. Il criterio di ripartizione delle spese condominiali è quello secondo millesimi, quindi l’appartamento più grande pagherà degli oneri superiori rispetto a quello più piccolo.

A fronte di costi diversi, i due proprietari usufruiranno del parcheggio nella stessa misura.

Concludendo

Nonostante possa esserci una “disparità di trattamento”, secondo la Cassazione, la clausola regolamentare che permette al singolo condomino di parcheggiare solo una vettura negli spazi condominiali adibiti a parcheggio è legittima: essa infatti non fa altro che regolare l’utilizzo del bene comune da parte dei singoli proprietari.

La Corte di Cassazione sottolinea però, che il regolamento non può stabilire che, in caso di violazione del divieto, l’amministratore possa chiamare il carro attrezzi per la rimozione del mezzo.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento