condominio

Mediazione e condominio – Ultima Parte

giovedì 12 luglio , 2018

Azione dell’amministratore per il pagamento del compenso

In caso di mancato pagamento dei compensi all’amministratore, quest’ultimo dovrà, in prima battuta convocare il condominio presso l’organismo di mediazione territorialmente competente, pena l’improcedibilità della domanda giudiziale.

Si tratta di una questione legata all’adempimento delle obbligazioni nei rapporti tra amministratore e condominio, quindi rientra nella materia del condominio, ed è previsto dunque l’esperimento del procedimento di mediazione, come condizione di procedibilità.

Le norme sul compenso dell’amministratore sono indicate nell’ambito di applicabilità della mediazione obbligatoria dall’articolo 71 comma 1 disp. att. al codice civile: l’articolo 1135 comma 1, codice civile, prevede tra le attribuzioni dell’assemblea condominiale quella di determinare la retribuzione dell’amministratore; l’articolo 1129 comma 14 codice civile, stabilisce che, all’atto della accettazione della nomina, l’amministratore debba specificare l’importo del compenso.

Impugnazione delle delibere

Per impugnare la delibera condominiale vi è un termine di trenta giorni; ed è previsto l’obbligo di esperire la mediazione, anche in questo caso è condizione di procedibilità dell’azione giudiziaria.

L’impugnazione introdotta nel giudizio ordinario è tempestiva se notificata entro il termine di trenta giorni.

Il principio ormai consolidato è che “il solo deposito dell’istanza di mediazione non produce effetti interruttivi della prescrizione o della decadenza della domanda giudiziale”.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento