Parcheggi

Si può parcheggiare davanti al proprio box in condominio? – Ultima parte

domenica 5 agosto , 2018

La decisione dell’assemblea

L’assemblea che autorizza il parcheggio davanti al box, attribuisce una facoltà collegata al fatto che è normale che il suolo antistante un box venga maggiormente utilizzato da chi è proprietario del box stesso, ciò senza cancellare il diritto all’utilizzo di quello spazio da parte degli altri condomini.

L’assemblea adotterà la relativa decisione a maggioranza; non è dunque necessaria, l’unanimità.

Il passo carrabile

Cosa succede invece se il suolo antistante il box è pubblico? Di norma la sosta non è ammessa, ma se il proprietario ha ottenuto il cartello che avverte del passo carrabile?

Secondo la regola non è possibile sostare davanti al cartello di passo carraio, il quale viene richiesto per i box che si affacciano sulla strada pubblica, per evitare a chiunque la sosta davanti all’entrata.

Il proprietario paga un canone all’ente proprietario della strada – solitamente il Comune – che gli consente di entrare ed uscire liberamente dal locale con i propri veicoli.

Nonostante tutto, il passo carrabile e il relativo cartello, lo spazio antistante l’ingresso del box resta pubblico; quindi l’uso della strada pubblica per la sosta non può essere riservato in via esclusiva a determinati veicoli, nemmeno a quelli del proprietario.

Il titolare della licenza di passo carrabile ha dunque il solo diritto di transito per accedere ed uscire dal locale, e  quindi, ha il diritto che lo spazio davanti all’entrata sia lasciato libero; ma non potrà parcheggiare l’auto davanti al passo carrabile, perché il suolo non è di sua proprietà e non ha alcun diritto esclusivo.

In sostanza, il parcheggio davanti al proprio box è inibito anche al proprietario che abbia ottenuto il passo carrabile, il quale non concede alcun diritto di sosta esclusiva.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento