Detrazioni

Ecobonus e i controlli dell’ENEA

venerdì 21 settembre , 2018

L’11 settembre 2018, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, il Decreto 11 maggio 2018, del Ministero dello Sviluppo Economico: “Procedure e modalità per l’esecuzione dei controlli da parte di ENEA sulla sussistenza delle condizioni per la fruizione delle detrazioni fiscali per le spese sostenute per interventi di efficienza energetica, ai sensi dell’articolo 14, comma 2-quinquies, del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2013, n. 90“.

Spetterà all’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) vigilare, e quindi fare i controlli necessari, per valutare se si ha diritto alle detrazioni dal 50% all’85%, in relazione agli interventi di efficienza energetica.

I controlli dell’Enea

L’ENEA, svolgerà appositi controlli a campione, sullo 0,5% delle istanze di accesso al bonus, relative agli interventi che hanno diritto a una maggiore aliquota; quelle che presentano la spesa più elevata; quelle che presentano criticità in relazione ai requisiti di accesso alla detrazione fiscale ed ai massimali dei costi unitari.

L’ENEA dovrà dare comunicazione al beneficiario della detrazione, dell’avvio della procedura di controllo, con lettera raccomandata A/R o via PEC. Nei 30 giorni successivi, il destinatario dovrà inviare all’ENEA la documentazione prevista per ottenere il bonus.

I controlli saranno svolti sulla documentazione ricevuta e si concluderanno in 90 giorni, con la comunicazione del loro esito all’interessato.

Su una parte del campione saranno effettuati anche controlli sul posto, comunicati con un preavviso minimo di 15 giorni con raccomandata o PEC.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento