Ripartizione delle spese

Ripartizione delle spese in condominio

giovedì 25 ottobre , 2018

Il codice civile, all’articolo 1138, prevede che le norme sulla suddivisione delle spese previste dal codice stesso, possono essere derogate dai condomini o dal regolamento contrattuale (predisposto dall’originario costruttore e richiamato negli atti di acquisto delle unità abitative).
Ciò significa che i condomini, hanno l’obbligo di osservare le regole, in tema di ripartizione delle spese, di pulizia e di quelle relative agli ascensori, contenute nel regolamento contrattuale, anche se quelle regole sono diverse da quelle previste dal codice civile.
La Suprema Corte di Cassazione, inoltre, con giurisprudenza ormai consolidata, conferma che le regole contenute nel regolamento contrattuale di condominio, che prevedono criteri di ripartizione delle spese diversi da quelli previsti dal codice civile possono poi essere modificate, ma solo con il consenso di tutti quanti i condomini.

Concludendo
Le norme che disciplinano la suddivisione delle spese in condominio, siano esse di pulizia o per gli ascensori, contenute nel regolamento contrattuale sono valide; esse possono comunque essere modificate, ma esclusivamente con il consenso unanime di tutti i condomini.
Se l’assemblea decide di modificare dette regole contenute nel regolamento condominiale contrattuale, a maggioranza dei presenti, la delibera sarebbe da considerarsi nulla.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento