Balconi e finestre

Spese per il restauro dei balconi – Ultima parte

venerdì 9 Novembre , 2018

Può capitare, che sulla facciata dell’edificio condominiale, alcuni balconi siano “più segnati” dal tempo rispetto ad altri, per cui la ristrutturazione risulta essere necessaria, sia per motivi di carattere estetico, che per motivi di sicurezza.

Se dal balcone malandato, cadesse del cemento in testa a qualche passante, cagionandogli un danno o una lesione a vita, responsabile sarebbe il condomino; e il risarcimento del danno potrebbe costare decine di migliaia di euro.

Inoltre, se il condominio non è assicurato, risponderanno i singoli condomini, che saranno tenuti a risarcire il danno in proporzione ai propri millesimi.

Il danneggiato/creditore potrà eseguire pignoramenti immobiliari nei confronti dei singoli condomini che non abbiano pagato la loro quota di indennizzo. Ecco perché una polizza infortuni per i danni procurati dai balconi e dalle altre parti comuni dello stabile è sempre consigliabile.

Il balcone è un prolungamento dell’unità immobiliare

Come accennato, se il danno riguarda elementi esterni del balcone (frontali, ringhiere, vetrate e fioriere incassate), i relativi oneri saranno a carico di tutti i condomini, quindi anche di coloro che vivono negli appartamenti senza balconi o che si affacciano su un altro lato dell’edificio.

Il balcone è comunque un prolungamento dell’unità immobiliare, di proprietà esclusiva del relativo condomino.

I costi di restauro dei beni comuni del condominio, sono imputabili all’intero caseggiato, in quanto si tratta di elementi usufruibili da tutti i condomini oltre a quelli che svolgono una funzione decorativa per il prospetto frontale dell’edificio che altresì contribuiscono a rendere il caseggiato «esteticamente gradevole». L’interesse per l’estetica dell’edificio è comune a tutti i condomini in quanto il vantaggio si risolve in un aumento del valore dell’intero stabile e, di conseguenza, dei singoli appartamenti.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

 

 

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento