Vivere il condominio

Cane senza guinzaglio in condominio – Prima Parte

lunedì 10 Dicembre , 2018

Molti condomini, sono dotati di cortile adibito a giardino; può capitare che all’interno del condominio, un condomino sia proprietario di uno o più cani, i quali frequentano la corte, in quanto considerata area condominiale.

Cosa succede se gli animali sono lasciati senza guinzaglio, e fanno i propri bisogni per il giardino senza essere prontamente rimossi, creando cattivo odore. Qualche condomino inoltre, può avere paura dei cani e quindi non frequenta la corte proprio per questo motivo.

Quali sono i limiti per gli animali in condominio?

Il cortile, secondo il codice civile è un bene condominiale fruibile da tutti i condomini, salvo che non esista un titolo di proprietà che disponga diversamente.

In ogni caso vi sono due condizioni generali per l’uso del cortile:

  1. l’uso dello stesso non deve essere contrario allo scopo cui l’area è destinata: ad esempio, se l’area è destinata al parcheggio non potrà essere utilizzata come parco giochi ecc.
  2. tutti i condomini devono poter utilizzare l’area senza che vi siano abusi: pensiamo a un condomino che parcheggia più di un auto nel cortile, quando è previsto un posteggio per ogni condomino.

Con la riforma del condominio, del 2012, è stato previsto che il cortile possa essere utilizzato anche per portarvi i cani in quanto ciò è conforme alla destinazione del bene.

Il regolamento condominiale non può impedire ai condomini di tenere animali in casa e negli spazi comuni.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento