condominio

Convocazione dell’assemblea – Ultima Parte

domenica 10 Febbraio , 2019

Il condomino soccombente, impugnava la sentenza di primo grado, avanti alla Corte D’Appello, ma quest’ultima,  ritenne infondata l’impugnazione, sottolineando due aspetti in particolare: innanzitutto l’aver dimenticato di dichiarare nel dispositivo la cessazione della materia del contendere, contenuta chiaramente in motivazione, costituisce mero errore materiale.

Infine, per quanto attiene il motivo in base al quale, l’unico strumento equipollente alla raccomandata indicata dalla disposizione di legge è la comunicazione via PEC, la Corte dice: “posto che solo con tale modalità perviene al notificante un messaggio di accettazione e consegna dell’avviso, tuttavia nel caso in esame è stato lo stesso condomino Al. ad aver richiesto la comunicazione avverso un mezzo “informale” quale la e-mail, non avendo egli indicato un indirizzo PEC bensì l’indirizzo, mail, (omissis…). Ne consegue che l’invio della mail per come dimostrato dal Condominio appellato ha rispettato le forme indicate dal condomino.”

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento