condominio

Feste e musica in condominio – Prima Parte

lunedì 18 Febbraio , 2019

L’articolo 844 del codice civile, stabilisce che il proprietario di un fondo non può impedire le immissioni di fumo o di calore, le esalazioni, i rumori e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino, se queste non superano la normale tollerabilità, in relazione allo stato dei luoghi. Deve essere risarcito l’inquilino per immissioni intollerabili atteso il turbamento della tranquillità dei partecipanti al condominio, ivi compresi gli inquilini.

Immissioni intollerabili

La normale tollerabilità è un concetto generico, talvolta addirittura soggettivo, considerato che ogni individuo percepisce il rumore, gli odori, e gli scuotimenti in maniera differente ed in relazione alla capacità di sopportazione individuale.

Sarà compito del Giudice valutare il superamento della normale tollerabilità delle immissioni, in relazione al caso concreto, facendo riferimento alle condizioni naturali e sociali dei luoghi, delle attività normalmente svolte, del sistema di vita e delle abitudini delle popolazioni e, con particolare riguardo alle immissioni sonore, con riferimento alla cosiddetta rumorosità di fondo della zona, vale a dire a quel complesso di suoni di origine varia e spesso non identificabili, continui e caratteristici del luogo, sui quali s’innestano di volta in volta rumori più intensi prodotti da voci, veicoli, ecc…

L’accertamento della normale tollerabilità

Al fine di accertare in concreto il superamento della soglia di normale tollerabilità, non risulta necessario demandare l’indagine ad un accertamento di natura tecnica, essendo sufficiente la prova testimoniale riferita ai fatti caduti, anche in relazione agli orari e alle caratteristiche delle immissioni stesse.

Il Tribunale di Milano, con recente pronuncia del 5 Dicembre 2018, ha concesso la tutela risarcitoria – in relazione all’accertate immissioni rumorose intollerabili – in favore dell’inquilino, siccome titolare di un diritto personale di godimento dell’immobile locato.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento