condominio

LITI IN CONDOMINIO E LE RELATIVE SPESE – ULTIMA PARTE

venerdì 22 Febbraio , 2019

Se il condominio ha deliberato di non effettuare una manutenzione necessaria, e il condomino è stato danneggiato da questo comportamento, cosa succede?

Il condomino danneggiato potrà ottenere un risarcimento del danno, ma se il danno è stato causato dalla negligenza del condomino stesso e del condominio, anche il singolo condomino dovrà partecipare sia alle spese legali che a quelle di ristrutturazione.

E se un terzo è stato danneggiato all’interno del complesso abitativo? A questo punto tutti i condomini dovranno pagare (secondo le tabelle millesimali), parte delle spese legali e parte di risarcimento.

Se il danno si è verificato in una zona ad uso esclusivo di alcuni condomini, ritorna in gioco il concetto di “condominio parziario”.

Acquistare un immobile in un condominio dove vi è una lite

Salvo specifici accordi in sede di acquisto, si può esercitare la rivalsa delle somme richieste dal condominio sul vecchio proprietario.

Se il condomino non vuole partecipare ad una lite, può esercitare il diritto al dissenso, notificando all’amministratore, entro 30 giorni dalla notifica della delibera, la volontà di dissentire dalla lite, tramite raccomandata.

Sussiste in ogni caso l’obbligo di partecipare agli oneri delle spese stragiudiziali, molto spesso definiti dal Giudice, in ogni caso si dovrà partecipare alle spese legali. La tua posizione di dissenso sarà verbalizzata in sede di giudizio.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento