condominio

Recinzione in Condominio – Prima Parte

mercoledì 10 Aprile , 2019

Se si vuole costruire una recinzione in condominio, la necessità di ottenere un permesso, dipende dalla natura, delle dimensioni, dalla destinazione e dalla funzione dell’opera.

Se vengono eseguiti interventi di muratura e la recinzione non è facilmente rimovibile, l’intervento è idoneo ad incidere in modo permanente sull’assetto edilizio del territorio, quindi esigerà il previo rilascio del permesso di costruire.

Se invece vi è l’inserimento di elementi accessori (esempio: paletti di piccole dimensioni, distanziati tra loro e facilmente rimovibili), non essendo stata eseguita nessuna opera muraria significativa non servirà il permesso.

Ciò è stato stabilito dal Tribunale Amministrativo Regionale – T.A.R. della Campania con sentenza n. 1255 del 2019, pronunciandosi sul ricorso di un Condominio contro l’ordinanza del Comune che gli contestava la realizzazione di una recinzione con alcuni paletti.

La fattispecie

L’amministrazione ordinava la demolizione di un’opera considerata abusiva, costituita in “10 paletti di ferro aventi dimensione di un 1,00 mt di altezza circa e di cm. 10 x 10, posizionati a delimitare l’area condominiale prospiciente“.

Il Condominio ritenne il provvedimento privo di adeguata istruttoria, in quanto il Comune preliminarmente verificato l’esigua consistenza delle opere realizzate, finalizzate al solo scopo di limitare la sosta e il deposito dell’immondizia senza regole.

Si ritiene infatti che per la realizzazione non fosse necessaria alcuna abilitazione edilizia, non comportando alcuna modificazione del territorio. Dall’altro, si evidenzia l’insussistenza di una violazione del vincolo ambientale sostenuta dal Comune.

Il T.A.R., accoglieva la domanda, e chiariva che l’intervento effettuato non ricade tra le attività libere (indicate all’art. 6 del T.U. n. 380/2001), avendo riguardo da un lato alle tipologie delle fattispecie liberalizzate e, dall’altro, all’entità dell’opera posta in essere, che non corrisponde alla descrizione delle attività di cui alle lettere c) e d) del citato art. 6.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento