condominio

Anticipazioni economiche dell’amministratore – Prima Parte

sabato 13 Aprile , 2019

Può capitare che i condomini si disinteressino della vita condominiale, non partecipando alle assemblee e, non pagando le quote inerenti la gestione del condominio.

In dette situazioni, è necessario intervenire tempestivamente riunendo l’assemblea così da individuare e reperire le somme necessarie, oppure avviare le procedure per il recupero coattivo del credito.

Si tratta comunque di attività dispendiose, quindi talvolta l’amministratore fa fronte alle spese con fondi personali o “spostando” fondi da un condominio all’altro.

Con la riforma, lo “spostamento” in linea di massima non è più possibile, in quanto prevede l’obbligo di apertura di specifico conto corrente condominiale.

Bisogna sottolineare che in ogni caso esistono precise responsabilità penali e civili a carico dell’amministratore in questi casi.

Le conseguenze per l’amministratore

Per l’amministratore che sposta fondi da un condominio all’altro, si può configurare il reato di appropriazione indebita ex art. 646 c.p.: “Chiunque, per procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto, si appropria il denaro o la cosa mobile altrui di cui abbia, a qualsiasi titolo, il possesso, è punito, a querela della persona offesa, con la reclusione fino a tre anni e con la multa fino a lire due milioni. Se il fatto è commesso su cose possedute a titolo di deposito necessario, la pena è aumentata. Si procede d’ufficio, se ricorre la circostanza indicata nel capoverso precedente o taluna delle circostanze indicate nel n. 11 dell’articolo 61“.

Dal punto di vista civilistico l’art. 1129 co. XII, n. 4), prevede che costituisca grave irregolarità, “la gestione secondo modalità che possono generare possibilità di confusione tra il patrimonio del condominio e il patrimonio personale dell’amministratore o di altri condomini“, ciò autorizza la revoca dell’assemblea ovvero quella giudiziale, anche su ricorso di un solo condomino.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento