condominio

Costituzione del condominio – Ultima parte

domenica 12 Maggio , 2019

Se viene superato il limite degli otto condomini, è opportuno convocare l’assemblea per nominare l’amministratore, deliberandone anche il compenso.

Infatti l’articolo 1129 del codice civile stabilisce che, se l’assemblea non provvede alla nomina dell’amministratore, questa è fatta dall’autorità giudiziaria su ricorso di uno o più condomini.

L’amministratore dovrà provvedere alla redazione delle tabelle millesimali (con l’aiuto eventuale di un tecnico), a all’elaborazione del regolamento di condominio.

Redazione del regolamento

Il codice civile inoltre prevede che se vi sono più di dieci condomini è necessario formare un regolamento condominiale, attraverso il quale viene regolato l’utilizzo delle cose comuni e la ripartizione delle spese, secondo i diritti e gli obblighi spettanti a ciascun condomino, e con il quale dettare le norme per la tutela del decoro dell’edificio e quelle relative all’amministrazione.

Il codice fiscale

Per escludere il rischio che si generino responsabilità penali o civili in capo ai singoli condomini, il condominio deve essere dotato di codice fiscale. Infatti il condominio ha titolarità fiscale e svolge funzioni di sostituto di imposta.

La relativa richiesta va fatta all’Agenzia delle Entrate, utilizzando il modello AA5/6, da parte dell’amministratore di condominio o da una persona delegata dai condomini nei casi in cui non vi sia l’obbligo di nominare l’amministratore e questo manchi effettivamente.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento