condominio

Ecobonus e Sisma Bonus – Seconda Parte

giovedì 18 Luglio , 2019

Lo sconto è previsto anche per coloro che intendono rendere più sicuri gli immobili grazie agli interventi di natura antisismica.

L’art. 10 al comma 2 prevede infatti che “Per gli interventi di adozione di misure antisismiche di cui al presente articolo” ovvero l’art. 16 del D.L. 4 giugno 2013, n. 63, convertito dalla legge 3 agosto 2013, n. 90 stabilisce “il soggetto avente diritto alle detrazioni può optare, in luogo dell’utilizzo diretto delle stesse, per un contributo di pari ammontare, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi e a quest’ultimo rimborsato sotto forma di credito d’imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione, in cinque quote annuali di pari importo. (…). Il fornitore che ha effettuato gli interventi ha a sua volta facoltà di cedere il credito d’imposta ai propri fornitori di beni e servizi, con esclusione della possibilità di ulteriori cessioni da parte di questi ultimi. Rimane in ogni caso esclusa la cessione ad istituti di credito e ad intermediari finanziari.”

Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate

Al terzo comma, l’art. 10 da incarico al Direttore dell’Agenzia delle Entrate di emanare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto, un provvedimento che indichi le modalità con cui dare attuazione a detta previsione, comprese quelle relative all’esercizio dell’opzione che il committente dovrà effettuare d’intesa con il fornitore.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento