condominio

Stendere i panni in condominio

venerdì 17 Aprile , 2020

Chi stende i panni sul balcone del proprio appartamento in condominio, rischia di arrecare danni all’inquilino sottostante a causa del gocciolio della stessi, incappando in pesanti sanzioni pecuniarie in quanto trasgredisce le norme dettate dal regolamento condominiale.

L’aspetto penale

La condotta in oggetto rappresenta lesione di diritti altrui, con conseguenze di natura anche penale.

Chi stende la biancheria gocciolante, infatti, può essere ritenuto responsabile penalmente del reato di cui all’art. 674 c.p. ai sensi del quale “Chiunque getta o versa in un luogo di pubblico transito o in un luogo privato ma di comune o di altrui uso, cose atte a offendere o imbrattare o molestare persone, ovvero, nei casi non consentiti dalla legge, provoca emissioni di gas, di vapori o di fumo, atti a cagionare tali effetti, è punito con l’arresto fino ad un mese o con l’ammenda fino a duecentosei euro“.

E’ necessario però che la condotta sia reiterata e continua, i fenomeni di gocciolamento devono avere una frequenza ed una intensità tale da costituire una limitazione apprezzabile del possesso dell’immobile da parte del relativo proprietario.

La tutela

Il condomino “danneggiato” da detto comportamento, e si ritrova il terrazzo bagnato a causa dei panni gocciolanti, può procedere con una formale diffida nei confronti di quest’ultimo per porre fine alla condotta a cui può seguire una causa civile finalizzata alla rimozione dello stenditoio, laddove il comportamento sia reiterato e continuo, tale condotta potrà avere risvolti penali.

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento