condominio

Nuovo abbaino sul tetto condominiale

venerdì 4 Dicembre , 2020

L’abbaino è un’apertura sul tetto di un edificio che, il proprietario dell’ultimo piano è libero di realizzare, seppur in base a determinate condizioni.

Si tratta di una struttura architettonica sporgente dal tetto, composta da una finestra verticale e da una copertura che la raccorda con le tegole del tetto stesso, ed ha la funzione di arieggiare i locali dell’ultimo piano dell’edificio.

Sulla scorta dell’articolo 1102 del codice civile, ciascun condomino può servirsi della cosa comune, apportando a proprie spese le modifiche necessarie per il suo miglior godimento. Il proprietario dell’ultimo piano di un edificio è quindi libero di aprire, a proprie spese, un abbaino sul tetto condominiale, per far entrare aria e luce nei locali di sua proprietà.

E’ necessaria la delibera ?

Non serve l’autorizzazione preventiva da parte dell’assemblea condominiale, con la conseguenza che la delibera che eventualmente vieti al condomino di fare un simile lavoro è illegittima.

Normalmente viene preventivamente comunicato all’amministratore e all’assemblea che si intende aprire un abbaino.

Limiti e condizioni

L’apertura dell’abbaino sul tetto comporta il rispetto di alcuni criteri, infatti le opere:

  • devono essere realizzate a regola d’arte,
  • non devono pregiudicare la funzione di copertura del tetto né la stabilità dell’edificio,
  • non devono alterare la struttura e il decoro del palazzo,
  • non devono ledere i diritti degli altri condomini sul tetto.

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento