Amministrare il condominio,condominio,Curiosità,Detrazioni,Domande & Risposte,Fiscale,Immobiliare e... Dintorni,Speciali

Superbonus 110% per i lavori trainati in condominio

lunedì 21 Dicembre , 2020

Con risposta n. 595 del 16 dicembre 2020, l’Agenzia delle Entrate fa rientrare nella detrazione del 110% gli interventi ammessi all’ecobonus, per i quali sia certificato il miglioramento energetico, realizzati su un’unità immobiliare inserita in un condominio tutelato dal “Codice dei beni culturali e del paesaggio”.

L’Agenzia delle Entrate fa riferimento alla circolare n. 24 del 2020, con al quale fece un importante precisazione “la maggiore aliquota si applica solo se gli interventi “trainati” sono eseguiti congiuntamente con almeno uno degli interventi di isolamento termico o di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale” e “qualora l’edificio sia sottoposto ad almeno uno dei vincoli previsti dal Codice dei beni culturali e del paesaggio o gli interventi trainanti di efficientamento energetico siano vietati da regolamenti edilizi, urbanistici e ambientali, la detrazione del 110% si applica in ogni caso a tutti gli interventi trainati, fermo restando il rispetto della condizione che tali interventi portino a un miglioramento minimo di due classi energetiche oppure, ove non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta, secondo quanto previsto dalla normativa in esame”.

Concludendo

Nel caso in cui l’edificio sia soggetto ai vincoli previsti dal Codice dei beni culturali e del paesaggio o il rifacimento dell’isolamento termico è vietato da regolamenti edilizi, urbanistici o ambientali, il Superbonus si applica, ai singoli interventi ammessi all’ecobonus (come la sostituzione degli infissi), a condizione che sia certificato il miglioramento energetico.

Condividi su:

Un commento

  1. Salve
    sono tantissimi i dubbi sull’argomento ed anch’io comincio ad averne sulla effettiva possibilità che si riescano ad eseguire gli interventi senza incappare in errori.
    Avrei alcuni quesiti che probabilmente sono condivisi da una grande maggioranza di condomini e di proprietari

    vorrei proporre i seguenti quesiti.
    Sono proprietario di abitazione in un condominio costituito sviluppantesi in verticale.
    L’intero fabbricato parte dal piano seminterrato (garages), ha un piano terra sviluppato su una galleria commerciale (che è via pubblica) con accessi indipendenti per le attività commerciali e le due scale degli appartamenti (n° 60).

    Quesito 1: Possiamo escludere dalla richiesta superbonus 110% una o più dei locali delle attività commerciali che, oltre ad avere accesso autonomo hanno superficie di calpestio sui loacali garage e solaio di copertura piana non accessibile e non fruibile da nessuna unità di abitazione;

    Quesito 2: E’ fattibile che una singola abitazione (la cui superficie su cui eseguire il cappotto termico esterno, è superiore al 25% della superficie lorda disperdente dell’abitazione stessa) possa richiedere i benefici del bonus in maniera autonoma (ovviamente facendosi autorizzare dal condominio);

    Quesito 3: E’ fattibile che una moltitudine di singole abitazioni (la cui superficie su cui eseguire il cappotto termico esterno, è superiore al 25% della superficie lorda disperdente dell’intero condominio) possano richiedere i benefici del bonus in maniera associata privata (ovviamente facendosi autorizzare dal condominio);

    Quesito 4: è possibile accedere al superbonus per gli impianti termici individuali se non tutti i condomini sono dotati di impianto di riscaldamento?

    Grazie se vorrete aiutarmi a risolvere i dubbi
    Giorgio

Lascia un commento