Domande & Risposte

Condòmino deceduto: la proprietà passa agli eredi così la rappresentanza dei millesimi.

venerdì 8 Ottobre , 2021

Domanda: Salve, al fine di calcolare la maggioranza in un condominio in cui uno dei condòmini
sia deceduto e non ci sia ancora una successione. La quota millesimale del defunto rimane compresa
o viene scorporata? Esempio se il condòmino aveva 50/1000 la maggioranza si riferisce a 1000 o a
950? Grazie.


Risposta: le maggioranze vanno calcolate sempre sui totale dei partecipanti al condominio o alla
comunione. Il fatto che un proprietario sia assente perché, a seguito di un decesso non si conosce
chi gli succede, è determinato da una non tempestiva comunicazione da parte del successore:
comunque l’immobile ha sempre un proprietario a cui nessuno può negare il diritto di partecipare
alle assemblee e di esprimere la propria opinione. Di fatto tra il decesso del condòmino e
l’eventuale apertura del testamento si può creare un vuoto di potere di rappresentanza caso , che non
è previsto del codice civile. L’amministratore che viene a conoscenza del decesso di un condòmino
non tenuto ad effettuare ricerche per individuare gli eredi, i quali invece sono tenuti a dare all’amministratore immediata comunicazione dell’accettazione.

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento