Domande & Risposte

Venditore ed acquirente responsabili in solido

mercoledì 24 Novembre , 2021

Domanda – In data 1° luglio ho acquistato l’appartamento nel quale mi sono immediatamente trasferito dal mese di settembre. Nell’assemblea annuale tenutasi il giorno 4 settembre l’amministratore mi chiede un conguaglio della gestione al 30 giugno dell’importo di 632,00 euro. Debbo pagare io anche se sono proprietario solo dal 1°luglio e vi abito solo dal 10 settembre? (V.B. Bari)

Risposta – Il secondo comma dell’art. Civile recita come segue:

 ” Chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato solidalmente con questo al pagamento dei contributi 63 delle disposizioni di attuazione del Codice relativi all’anno in corso e a quello precedente. Chi cede diritti su unità immobiliari resta obbligato solidalmente con l’avente causa per i contributi maturati fino al momento in cui è trasmessa all’amministratore copia autentica del titolo che determina il trasferimento del diritto

di conseguenza è corretta la posizione dell’amministratore. L’acquirente, attraverso il notaio, al momento del rogito avrebbe potuto e dovuto richiedere al venditore di presentare una liberatoria relativa alle spese condominiali e ad eventuali vertenze in essere firmata dall’amministratore.

Non avendolo fatto oggi deve pagare il debito con il condominio di cui è responsabile in solido con il venditore, salvo poi rivalersi nei confronti dello stesso, in quanto il rogito dovrebbe contenere l’affermazione che l’immobile viene ceduto libero da persone e cose anche interposte ed altresì franco e libero da pesi, oneri, vincoli anche di natura obbligatoria, ipoteche, privilegi iscrizioni, trascrizioni di pregiudizio, diritti di prelazione e in genere diritti di o verso terzi di qualunque natura, imposte arretrate o qualsivoglia altro obbligo di natura fiscale” o una affermazione equivalente. (Umberto Anitori)

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento